Fatturazione elettronica e conservazione sostitutiva: obblighi, soluzioni e nuove opportunità

Prima Lezione: giovedì 27 settembre 2018

 

A partire dal 1° gennaio 2019 tra le aziende sarà ammessa solo la fatturazione elettronica.

Il passaggio dal sistema di fatturazione tradizionale al sistema di fatturazione elettronica si preannuncia epocale.
Per non trovarsi impreparate, le aziende dovranno da subito:

  • verificare la conformità dei gestionali e valutare nuovi strumenti e soluzioni tecnologiche per gestire il ciclo di fatturazione elettronica;
  • formare il personale degli uffici amministrativi e contabili;
  • designare le figure responsabili;
  • valutare quali processi gestire internamente e quali invece affidare esternamente al commercialista o al consulente esterno;
  • apprendere come gestire la fase di creazione, invio e archiviazione elettronica della fattura, senza commettere errori invalidanti.

IMPORTANTE: riorganizzare i processi interni di fatturazione e conservazione documentale non è un'operazione semplice che si risolve in pochi giorni. Per queste ragioni è fondamentale iniziare il processo di formazione e riorganizzazione quanto prima.

Per queste ragioni, abbiamo organizzato un e-Seminar pratico che, attraverso indicazioni chiare e Videotutorial, illustrerà a tutto il personale coinvolto dal passaggio alla fatturazione elettronica, come dovrà essere gestito l'intero processo.

download

Perchè è importante partecipare?

  • Per capire come organizzare i processi interni in modo adeguato, al fine di rispettare la scadenza del 1° gennaio 2019.
  • Per comprendere come emettere la fattura elettronica e quali sono le modalità invio.
  • Per gestire correttamente le fasi di archiviazione e conservazione sostitutiva.
  • Per capire come sfruttare le potenzialità del nuovo sistema in termini di risparmio di costi e tempi.
  • Per gestire senza intoppi i rapporti con la Pubblica Amministrazione.

 

Per scaricare maggiori dettagli sulla giornata di formazione e scaricare il programma del seminario clicchi qui